Home / Sport /

Supermoto. Gara a Cucchietti, titolo a Negri

La gara, disputata all’EICMA di Milano, ha richiamato molti spettatori

La sesta ed ultima prova valida per il Campionato Interregionale Lombardia-Piemonte, organizzata dalla Offroad Pro Racing, si è disputata domenica 12 novembre, in una giornata grigia e con temperature prossime allo zero, su uno degli ampi piazzali dell’EICMA, il Salone Internazionale del Ciclo e del Motociclo di Rho.
La pista, tracciata per metà su asfalto e per metà su percorso sterrato, ricavato riportando tantissima sabbia, era molto spettacolare, con salti e whoops, ma in alcuni punti anche pericolosa e lo dimostrano le tante scivolate in velocità che hanno coinvolto i piloti di tutte le categorie, costringendo gli uomini della Croce Rossa ad intervenire.
Il primo colpo di scena della giornata si è verificato già nel corso delle prove libere mattutine della classe S1, effettuate sotto un cielo plumbeo verso le nove della mattinata, in quanto non si è presentato ai nastri di partenza il leader della classifica piemontese Mirko Cavalleri (M.C. Drivers Cuneo), lasciando i suoi compagni di club Kevin Negri e Mauro Cucchietti a disputarsi il titolo regionale.
Nelle prove ufficiali la pole position è stata conquistata dal lombardo Matteo Gallan, che ha preceduto i piemontesi Kevin Negri e Mauro Cucchietti.

Il priocchese Livio Landolfi, premiato per il titolo regionale della classe S2

Il priocchese Livio Landolfi, premiato per il titolo regionale della classe S2

In gara uno Gallan è partito al comando, inseguito da Kevin Negri, ma dopo qualche giro il giovane francese è incappato in una scivolata, che lo ha costretto alla sesta posizione mentre il lombardo Andrea Borella, giunto secondo, ha preceduto il veneto Jacopo Marzaro, Mauro Cucchietti (Drivers Cuneo) e Gabriele Gianola, iscritto ad un club lombardo.
Nuova partenza al comando per Matteo Gallan in gara due, che vedeva ancora in bilico l’assegnazione del titolo piemontese. Cucchietti parte alle spalle di Gallan pressandolo, dando anche l’impressione, in alcune fasi della gara, di poterlo agganciare. La manche finisce con Gallan vincitore davanti a Cucchietti, Borella e Negri.
Per quanto riguarda la classifica assoluta di giornata, la vittoria è andata a Matteo Gallan, che si è imposto su Andrea Borella e Mauro Cucchietti, che con questo risultato risulta primo di giornata dei piemontesi, davanti al veneto Jacopo Marzaro ed a Kevin Negri, secondo rappresentante del Piemonte. Mirko Cavalleri, pur non presente, si aggiudica il terzo gradino del podio nel regionale piemontese, tutto occupato dai piloti del moto Club Drivers Cuneo.
“Sono più che contento di come è andata – ha riferito Mauro Cucchietti – in quanto il tracciato era molto tecnico, selettivo e scivoloso, per cui era molto difficile rimanere in piedi. Forse con un risultato migliore in gara uno, vista la scivolata del mio compagno Kevin, avrei anche potuto aggiudicarmi il titolo. Dedico questa vittoria ai miei familiari ed a chi mi ha sostenuto per tutta la stagione: Team Gazza Racing, LA.RA. Srl Officine Meccaniche Saluzzo, CTE Energy Trinità, Dentis Riciclaggio Materie Plastiche Sant’Albano Stura, Autocarrozzeria NTS di Costamagna Alberto Trinità, Autotrasporti Supertino-Ferrero Savigliano, Officina Bruno Vissio Trinità e Canavese Assicurazioni Fossano”.
Nella categoria S2 – Under 24 la classifica assoluta è andata al lombardo Marco Berniga, che ha preceduto i corregionali Nico Grazioli e Fabrizio Lamonarca, con Livio Landolfi (Drivers Cuneo) buon sesto assoluto. Il piemontese, già sicuro del titolo regionale per i punti che lo separavano dal secondo, in gara uno è stato atterrato al via, rimontando sino all’undicesima piazza mentre in gara due, partito bene, ha mantenuto la quarta posizione.
Data la conformazione del tracciato, non è stata disputata la gara della classe onroad, che si corre esclusivamente su asfalto, dove il titolo regionale è stato assegnato al francese del moto Club Drivers Cuneo Alexandre Di Maggio.
La manifestazione ha visto scendere in pista anche i piloti della Shootout Supermoto, che ha salutato la vittoria di Elia Sammartin davanti a Teo Monticelli e Massimiliano Verderosa e quelli del Superenduro, dove Alex Salvini si è imposto dopo una bella bagarre su Billy Bolt e Thomas Oldrati. Presenti alla manifestazione milanese, anche i ragazzi del Daboot motocross freestyle team, che con i loro spettacolari salti acrobatici hanno riscosso i fragorosi applausi del numerosissimo pubblico presente.
Dario Malabocchia

Commenti

 

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE