Acqua Sant’Anna disseta le star del Cinema a Venezia

jim-carrey_photobyannalisafioriok

I registi Paul Schrader e Paolo Virzì, gli attori Ethan Hawke e Amanda Seyfried, Helen Mirren, Jim Carrey, Javier Bardem e Penelope Cruz sono solo alcune delle stelle del cinema ospiti in questi giorni della Venice Movie Stars Lounge allestita in occasione della 74a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Qui hanno potuto dissetarsi con le bottiglie di Sant’Anna, l’acqua minerale ufficiale della Venice Movie Stars Lounge. Quale altra acqua poteva esserci, se non la star delle acque minerali? Grazie alle sue virtù organolettiche, Sant’Anna è infatti ormai da molti anni l’acqua preferita dagli Italiani. Ispirandosi al lessico cinematografico, potremmo dire che la scenografia di Sant’Anna è quella delle verdi vallate incastonate tra le vette delle Alpi Marittime. La sua musica è quella dell’acqua che scorre nei torrenti e scroscia dalle possenti cascate, dopo aver attraversato le rocce granitiche ricche di preziosi elementi. La regia è firmata dalla natura incontaminata delle granitiche vette. Con queste credenziali, l’acqua minerale Sant’Anna è la star indiscussa del settore. Per le sue doti uniche, Sant’Anna è l’acqua preferita dalle famiglie italiane. È estremamente leggera, con un residuo fisso di 22mg/l, tra i più bassi al mondo; ha solo lo 0,0002% di sodio ed è quindi adatta alle diete iposodiche e all’alimentazione dei neonati; ha scarsi nitrati, perché sgorga dalle sorgenti di alta montagna poste fino a 1950 metri, in un ambiente incontaminato fatto di rocce granitiche e verdi boschi. Siamo a Vinadio, al confine tra il Piemonte e la Francia, una terra ricca d’acqua le cui virtù sono note fin dall’antichità, come testimoniano i documenti storici risalenti al XVI secolo che raccolgono i racconti dei pellegrini che da allora salgono a piedi al Santuario di Sant’Anna, il più alto d’Europa. Sant’Anna è la protettrice delle mamme e non a caso l’Acqua Sant’Anna è stata tra le prime a ricevere il Decreto Ministeriale che ne consiglia l’uso nell’alimentazione dei neonati.

Con queste caratteristiche di purezza e leggerezza, dalle valli cuneesi arriva intatta sulle tavole degli Italiani, grazie ad un processo produttivo che utilizza le più moderne tecnologie, in un sito produttivo d’avanguardia nell’industria mondiale delle bevande, completamente automatizzato e integrato nell’ambiente che lo circonda. L’intervento dell’uomo è minimo e ha il solo, fondamentale scopo di portarla nelle case dei consumatori esattamente come sgorga all’origine. Acqua Sant’Anna è un vero capolavoro della natura, che l’uomo ha il compito di preservare con il suo lavoro. Le star internazionali che partecipano in questi giorni alla 74a Mostra del Cinema di Venezia si dissetano con l’acqua italiana per eccellenza, un’acqua pluripremiata per le sue virtù, nei due nuovissimi formati: l’elegante bottiglia Sant’Anna litro e la fashionissima Sant’Anna da borsetta (250ml).

Commenti

 

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE