Vecchioni in concerto a Madonna dell’Olmo di Cuneo

gruppo-volontari

Nella frazione cuneese di Madonna dell’Olmo viene riproposta, per il terzo anno consecutivo, la serata “Olmo in musica”. Dopo i concerti cover del gruppo di Pietro Cravero nel 2015, quello rock con “The Beat Circus” e il tributo a Lucio Battisti della band “Innocenti Evasioni” del 2016, il prossimo sabato 22 luglio, a partire dalle 21.30, la centrale piazza della Battaglia del paese ospita lo straordinario spettacolo “La vita che si ama tour” del cantautore milanese Roberto Vecchioni. Il “professore”, accompagnato da un gruppo di talentuosi musicisti, presenterà, ispirandosi al suo ultimo libro “La vita che si ama”, un coinvolgente percorso legato alla ricerca della felicità. Anche quando le sofferenze della vita paiono sovrastare le giornate luminose. Oltre 40 anni di carriera dal quale emergeranno i brani più intimi scritti da Vecchioni: quelli degli affetti personali. Con alcuni classici indimenticabili come “Luci a San Siro”. Il concerto, gratuito e a ingresso libero, è organizzato dalla Pro loco di Madonna dell’Olmo, con il lavoro di 120 infaticabili volontari di tutte le età e l’aiuto determinante di numerosi sponsor. Un bel modo di trasmettere l’immagine di un’area del Comune, considerata spesso dormitorio, ma, al contrario, viva, ricca di iniziative e con le persone che hanno voglia di sentirsi comunità e di realizzare delle iniziative insieme. Attraverso l’arrivo di Vecchioni, poi, rispetto agli anni passati si è fatto un bel salto di qualità. “Abbiamo fortemente voluto Vecchioni – dicono gli organizzatori – perché è uno dei pochi cantautori che, attraverso il suo cammino artistico, ha saputo raccontare nel migliore dei modi la storia di più generazioni di italiani. E, anche per questo motivo, è uno dei più amati”.

Ma non solo. “Il suo ultimo libro, in particolare, e molte sue canzoni hanno seminato germogli di felicità. In un momento difficile come l’attuale, in cui prevalgono dolore e mancanza di fiducia nel futuro, illuminare la strada con lampi di ottimismo ci pareva un buon messaggio di speranza da lanciare per il futuro”. Legato al concerto c’è la cena, che dà diritto ai posti a sedere. Buona parte dell’incasso della stessa iniziativa gastronomica sarà devoluto al “Progetto Orfani Lago Vittoria”: immenso bacino idrografico al confine tra Tanzania, Uganda e Kenya.  L’obiettivo è di portare avanti il percorso di formazione scolastica dei giovani della zona già avviato alcuni anni fa. Il nuovo traguardo da raggiungere è la costruzione di un complesso nel villaggio di Buoye, vicino alla metropoli di Kusumu, in Kenya,  in grado di ospitare fino a 300 bambini e ragazzi, permettendo loro di concentrarsi sugli studi con tutti i necessari e adeguati supporti. “Da alcuni anni – spiegano ancora gli organizzatori – stiamo assistendo alla tragedia dell’immigrazione dall’Africa all’Italia. Con questo piccolo gesto di solidarietà abbiamo voluto tradurre in pratica la frase “Aiutiamoli a casa loro” usata, spesso, in modo strumentale e senza nessuna volontà di renderla concreta”.

Chi non partecipa alla cena può assistere comunque allo spettacolo. Anzi gli organizzatori estendono l’invito a partecipare in tanti perché la piazza è ampia e i vicini “giardinetti” sono spaziosi. Poter assaporare la splendida performance di Vecchioni è un’opportunità davvero emozionante. E la presenza di numerose persone sarebbe anche il meritato premio ai volontari della Pro loco per il loro grande impegno. Per informazioni: Pro loco di Madonna dell’Olmo (info@prolocomdo.com); Edicola Sara in piazza della Battaglia, 2, e Caffè della Battaglia, in via della Battaglia, 11.

 

Commenti

 

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE