Secondo Granda Bus per rimanere un’eccellenza bisogna passare dalle penalità alla premialità

torta granda bus

Foto di gruppo per le autolinee della provincia di Cuneo intorno alla torta del consorzio Granda Bus

“Con l’introduzione del Biglietto Integrato Piemonte (BIP) anche nella conurbazione del capoluogo, oggi abbiamo coronato il sogno, di aver portato Cuneo ad essere l’unica provincia del Piemonte e una delle primissime in Italia ad aver coperto tutto il territorio con il biglietto elettronico. Oggi tutti hanno ribadito che quella del consorzio Granda Bus è una realtà d’eccellenza a livello nazionale, ma non vogliamo smettere di crescere, come dimostrano i 43 autobus Euro 6 appena acquistati in autofinanziamento e il lancio dell’App Granda Bus, che permetterà di consultare dagli smartphone gli orari dei bus in tempo reale e di acquistare i biglietti online”. Così il presidente del Consorzio Granda Bus, Clemente Galleano, a conclusione della tavola rotonda svoltasi questa mattina – giovedi 1° giugno, ndr – in piazza Galimberti a Cuneo, nel corso del grande evento #GrandainBus promosso da tutte le autolinee della provincia di Cuneo.

“Il prossimo obiettivo – ha poi continuato Galleano – è quello di portare gli utenti che utilizzano l’autobus ad essere pari a quelli che viaggiano in automobile, ma per farlo abbiamo bisogno di interventi nelle città, come le corsie preferenziali e le paline intelligenti. È l’ora di passare dalle penalità alla premialità, dai tagli lineari alle promozioni meritocratiche. Solo così potremo rispondere alla nuova sfida che la Regione ci ha chiesto di affrontare, quella di pensare al Trasporto Pubblico Locale (TPL) come ad un sistema integrato che gestisce tutti i mezzi di trasporto, non solo gli autobus”.

All’inizio della mattinata, il Consorzio Granda Bus ha premiato gli studenti under 20 che hanno percorso più chilometri per raggiungere la scuola durante l’anno scolastico che sta per terminare e gli over 65 che più hanno utilizzato l’abbonamento a loro dedicato. Il podio degli studenti che si sono aggiudicati un abbonamento no limits per tutta l’estate, premiati dal dirigente scolastico provinciale Stefano Suraniti, era formato da: Alessandro Bosio (Itis Mario del Pozzo) di Bagnolo Piemonte (19.068,993 km percorsi); Claudia Cesano (Itc Bonelli) di Prazzo (15.709,304 km); Michela Graziano (Iis Bianchi-Virginio) di Paesana (14.558,339 km). Gli utenti over 65 invece, ai quali il direttore provinciale dell’Inps Michele Cottura ha consegnato un abbonamento no limts per il 2018, erano: Enzo Bonato di Monterosso Grana (13.858,836 km); Anna Bruno di Demonte (7.908,42 km) e Maria Idea Gavotto di Beinette (6.298,956 km).

Alla tavola rotonda, moderata dal direttore di Club Italia Claudio Claroni, sono intervenuti anche il sindaco di Cuneo e presidente della provincia di Cuneo, Federico Borgna; l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, Francesco Balocco; il direttore dell’Agenzia della Mobilità Piemontese, Cesare Paonessa; il responsabile dell’area Sviluppo Tecnologie del Gruppo Torinese Trasporti Spa, Paolo Sandri; il presidente Confindustria Cuneo, Mauro Gola; il presidente della sezione Autolinee di Confindustria Cuneo, Serena Lancione; il Direttore Commerciale Iveco Orecchia, Coen Robert Ligteringe.

GUARDA IL VIDEO

Commenti

 

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE