Buoni risultati dei piloti cuneesi, a Pomposa, alla seconda del regionale Supermoto

Alexandre Di Maggio, Mauro Cucchietti e Livio Landolfi, tutti del Drivers Cuneo in evidenza

Domenica 9 aprile si è disputata, sulla pista ferrarese di Pomposa, in una soleggiata e calda giornata, la seconda prova del Campionato Regionale Lombardia-Piemonte di Supermoto delle classi  Onroad, S1, S2, Under 24 e del Trofeo Honda.

Molto bella la pista, con il tratto sterrato interamente sabbioso, dove si formavano inevitabilmente delle grandi buche, con le moto che spargevano sabbia praticamente lungo tutto il percorso, reso pertanto molto infido e scivoloso, tanto da richiedere una guida molto attenta.

Come al solito insieme ai conduttori piemontesi e lombardi prendevano parte alla gara per allenamento piloti di altre regioni e di categoria superiore, che venivano inseriti nelle classifiche dei due gruppi, senza tuttavia prendere punti validi per il campionato.

Vediamo ora i risultati assoluti di giornata delle varie categorie, tenendo esclusivamente conto di quelli ottenuti dai piloti piemontesi, senza omettere però i nomi dei vincitori, anche se appartenenti ad altre regioni.

Mauro Cucchietti davanti ad un avversario

Mauro Cucchietti davanti ad un avversario

Nella classe Onroad vittoria di Marzio Ravaioli, fuori punteggio, su TM, che ha preceduto Alexandre di Maggio (TM – M.C. Drivers Cuneo), primo dei piemontesi, che mantiene il comando del Regionale, seguito da Rocca Taggio (Yam. – Boffa). Sesto si è piazzato l’altro alfiere del M.C. Drivers Cuneo Aurelien Batisse (Honda).

L S1, dove erano impegnati tutti i big dell’italiano e dell’Europeo per allenarsi in vista dei prossimi appuntamenti, Fabrizio Bartolini (Hon. – Lomb.) l’ha spuntata su Luca D’Addato (Yam. – M.C. Chivasso) e sul laziale Lorenzo Promutico (Hon.). Segue il terzetto dei piloti del Drivers Cuneo, composto da Mauro Cucchietti (Honda), Mirko Cavalleri (Honda) e Kevin Negri (Suzuki).

Sentiamo quanto ha riferito il trinitese Mauro Cucchietti: “Dopo una buona qualifica che mi ha visto settimo dietro ai piloti dell’italiano e dell’europeo, ho fatto due buone partenze, che mi hanno sempre visto tra i primi cinque alla prima curva, ma ho retto solamente per quattro/cinque giri, poi ho ceduto fisicamente, anche perché il tracciato richiedeva molta sensibilità a causa della sabbia che rendeva scivoloso il tracciato, per cui non ho rischiato più di tanto, in quanto non volevo assolutamente cadere. Nella seconda manche avevo dietro Gallan e Vertemati che mi pressavano, ma siccome mi interessava la classifica del Piemonte, li ho lasciati passare. Ringrazio, insieme ai miei compagni di club e di team Mirko Cavalleri e Livio Landolfi, il Gazza Racing, che ha preparato un ottimo assetto per le nostre moto e chi mi sostiene nel corso della stagione: LA.RA. Srl Officine Meccaniche Saluzzo, CTE Energy Trinità, Dentis Riciclaggio Materie Plastiche Sant’Albano Stura, Autocarrozzeria NTS di Costamagna Alberto Trinità, Autotrasporti Supertino-Ferrero Savigliano, Officina Bruno Vissio Trinità e Canavese Assicurazioni Fossano”.

Nella classe S2, andata a Sean Pellegrini (Hon.), primo dei piemontesi è risultato Livio Landolfi (Hon. – Drivers Cuneo), secondo, che ha preceduto Alexander Ponzellini  (Yam. – Ceva) mentre nella Under 24  Kevin Vandi ha preceduto Lorenzo Papalini (Hon.  – Chivasso) e Florent Athias (Hon.    – Drivers Cuneo).

Nessun piemontese era iscritto alla gara valida per il Trofeo Honda.

Dario Malabocchia

 

 

 

 

Commenti

 

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE