Parte il progetto “Alba: prima infanzia in rete”

Nido Ippocastano_GDivino_1Prende il via il progetto “Alba: prima infanzia in rete”, promosso dalla scuola materna Città di Alba, capofila dell’iniziativa e finanziato con un contributo di 40 mila  euro dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, nell’ambito del “Bando Infanzia 2016”. Partner del progetto il Comune di Alba con l’Asilo Nido Comunale “L’Ippocastano”, la Cooperativa Emmaus e APEA (Action Por Education Activa) egli Istituti Comprensivi di Alba (Centro Storico, Piave-San Cassiano, Moretta e Sinistra Tanaro). L’obiettivo del progetto è quello di mettere in rete più soggetti operanti ad Alba e sul territorio, con competenze nella fascia di età 0-5, al fine di costruire una rete di servizi per migliorare l’offerta formativa, attraverso l’aumento delle opportunità educative, l’attivazione di laboratori in orario post scolastico e la formazione degli insegnanti. Tutto questo per favorire l’attivazione di buone pratiche di continuità nella fascia 0/6 anni (nido/scuola infanzia) in vista del passaggio alla scuola primaria. L’obiettivo  è quello di creare un coordinamento permanente tra gli educatori e gli insegnanti dei diversi servizi,  dai nidi alle “sezioni primavera” e alle scuole dell’infanzia sia pubbliche che private. Anche le famiglie saranno coinvolte in questo percorso, mediante una serie di incontri  che puntano a rafforzare la consapevolezza della loro funzione educativa. Il primo di questi appuntamenti, dal titolo  “Pronti Attenti… Via”,  si è svolto  martedì 7 marzo ed ha trattato il tema dell’attenzione e dello sviluppo emotivo dei bambini.

Il progetto prosegue con “M’ama”, in cucina per conoscere le stagioni attraverso il cibo, giovedì 23 marzo, alle ore 20,15 nei locali della scuola dell’Infanzia “Città di Alba” di via Accademia. La dottoressa Elena Muò, osteopata, parlerà di alimentazione per bambini, tenendo conto dei prodotti di stagione, dei sapori e dell’apporto energetico degli alimenti, che verranno concretamente utilizzati nell’arco della serata (necessaria la prenotazione al numero 0173 440232). Seguirà, lunedì 15 maggio, l’appuntamento “Educarsi alle Emozioni”. Alle ore 20,15, presso il Nido Comunale “L’Ippocastano” di via Diaz, alla presenza della counseling Paola Almini, si parlerà di sviluppo dell’intelligenza emotiva dei più piccoli. Nella fase di età trattata, le emozioni sono fondamentali poiché determinano le potenzialità di apprendimento delle capacità pratiche necessarie per la crescita di consapevolezza, padronanza di sé, empatia e abilità nelle relazioni interpersonali. Il ciclo si concluderà martedì 10 ottobre, nella Scuola dell’Infanzia Paritaria “Nostra Signora del Suffragio” di Mussotto d’Alba, dove, alle ore 20,30, la dottoressa Michela Sperone, psicologa, affronterà il tema “Il saper guardare da angolazioni diverse”, sulle diversità, per sviluppare una maggiore coscienza della propria identità, imparando ad entrare in relazione con l’altro. A partire dal mese di aprile, fino al termine dell’anno scolastico, sarà attivato in via sperimentale il laboratorio di “Giocalnido”, rivolto ai bambini di età compresa tra i 16 e i 36 mesi, residenti ad Alba che, per vari motivi, non frequentano il nido. Negli spazi messi a disposizione dal Nido Comunale e alla presenza di educatori, i più piccini, accompagnati da genitori o nonni, potranno svolgere una serie di attività ludico-educative ideate apposta per loro, con l’obiettivo di sperimentare la capacità di convivere con altri bambini della loro età ed interagendo con il mondo degli adulti, imparando a stare insieme. Tra le tante attività previste ci sono: giochi simbolici, l’atelier dei travestimenti, attività manipolativa con didò, laboratori, giochi con le farine, letture animate.

 

Commenti

 

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE