730 precompilato: trasmissione delle spese all’Agenzia Entrate

È stato pubblicato sulla G.U. n.17 del 22 gennaio il decreto 13 gennaio 2016 del Ministero dell’Economia, che indica termini e modalità di trasmissione dei dati, a partire dall’anno 2015, per l’elaborazione nel modello 730 precompilato da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Spese universitarie – Le università statali e non statali trasmettono all’Agenzia delle Entrate in via telematica, entro il 28 febbraio di ciascun anno, una comunicazione contenente i dati riferiti all’anno precedente: per ciascuno studente le università comunicano l’ammontare delle spese relative all’anno d’imposta precedente al netto dei relativi rimborsi e contributi, i soggetti che hanno sostenuto le spese e l’anno accademico di riferimento.

Spese funebri – I soggetti che emettono fatture relative a spese funebri trasmettono all’Agenzia delle Entrate in via telematica, entro il 28 febbraio di ciascun anno, una comunicazione contenente l’ammontare delle spese funebri sostenute in dipendenza della morte di persone nell’anno precedente, con riferimento a ciascun decesso, con l’indicazione dei dati del soggetto deceduto e dei soggetti intestatari del documento fiscale.

Spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica - I bonifici relativi a spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici, i cui dati sono già trasmessi da banche e Poste Italiane, le comunicazioni contenenti l’ammontare delle spese sostenute nell’anno d’imposta precedente e i dati identificativi del mittente, dei beneficiari della detrazione e dei destinatari dei pagamenti, sono trasmesse all’Agenzia delle Entrate in via telematica entro il 31 gennaio di ciascun anno, a partire dai dati relativi al 2015.

Commenti

 

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE