Abolizione della tenuta del registro infortuni

Si comunica che l’Inail, con circolare 23 dicembre 2015, n.92, ha comunicato ufficialmente l’abolizione del registro infortuni, ai sensi dell’art.21, D.Lgs. n.151/15, e contestualmente ufficializzato il rilascio del cruscotto infortuni disponibile agli ispettori sul portale Inail.

L’abolizione del registro infortuni è diventata effettiva a decorrere dal 23 dicembre 2015, data da cui il datore di lavoro non ha più l’obbligo della tenuta del menzionato registro.

L’Inail evidenzia, tuttavia, che nulla è mutato rispetto all’obbligo del datore di lavoro di denunciare all’Inail gli infortuni occorsi ai dipendenti prestatori d’opera.

A seguito dell’abolizione del citato registro l’Istituto, al fine di offrire agli organi preposti all’attività di vigilanza uno strumento alternativo in grado di fornire dati e informazioni utili ad orientare l’azione ispettiva, ha realizzato un cruscotto nel quale sarà possibile consultare gli infortuni occorsi a partire dal 23 dicembre 2015 ai dipendenti prestatori d’opera e denunciati dal datore di lavoro all’Inail stesso.

L’Inail sottolinea comunque che gli infortuni avvenuti in data precedente a quella del 23 dicembre 2015 saranno consultabili nel registro infortuni abolito dalla norma in esame.

Quindi il vecchio registro andrà comunque conservato in azienda e il datore di lavoro dovrà inserire in esso le chiusure degli infortuni aperti.

 

Commenti

 

Tags

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE