Asti: interventi antiprostituzione della municipale

Nel trascorso fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Asti,  in collaborazione dei colleghi della Compagnia di Intervento Operativo del 3° Reggimento Carabinieri Lombardia e del personale della Polizia Municipale di Asti, hanno attuato un ulteriore servizio coordinato ad ampio raggio finalizzato al contrasto del fenomeno della prostituzione nel capoluogo e delle stragi del sabato sera.

In ottemperanza all’ordinanza del Sindaco di Asti, Avv. Fabrizio BRIGNOLO, per contrastare il fenomeno della prostituzione sulla pubblica via, sono stati impiegati in tutto 30 Carabinieri e 10 agenti della Polizia Municipale di Asti - molti dei quali hanno operato in abiti civili e autovetture di copertura – che hanno deferito all’A.g. due soggetti transessuali di nazionalità brasiliana per inosservanza delle leggi sull’immigrazione, nonché due donne di nazionalità nigeriana per aver fornito false attestazioni circa la propria identità ad un Pubblico Ufficiale, elevando complessivamente 37 sanzioni amministrative per un importo massimo previsto cadauna di 500, a carico sia delle prostitute che dei loro clienti; l’attività ha visto anche l’impegno della Onlus Piam di Asti, che si occupa dell’assistenza delle persone straniere dedite alla prostituzione, la quale ha messo a disposizione una mediatrice di lingua afro-inglese per dialogare e aiutare le donne fermate.

Nell’ambito del servizio coordinato sono stati anche denunciati all’A.g. per guida senza patente due giovani astigiani classe 1995 e 2000, nonché un pregiudicato astigiano 28enne per guida in stato di ebbrezza. Infine, sono stati segnalati alla Prefettura di Asti quali assuntori di sostanze stupefacenti due 23enni residenti a Castell’Alfero – fermati in questo Corso Alessandria e trovati in possesso di 0,5 grammi di hashish e 1,5 grammi di marjuana.

Commenti

 

Tags

, , ,

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE