SUCCESSO DI PUBBLICO PER “I GRANDI TERROIR DEL BAROLO”

Bilancio positivo per l’edizione 2015 dell’evento nato dalla collaborazione fra Go Wine e le botteghe del vino di Castiglione Falletto e Serralunga d’Alba

 

Pubblico in crescita nei numeri, presenze in prevalenza provenienti da fuori Piemonte, gruppi di stranieri, un parterre di giornalisti degustatori a qualificare l’evento con importanti momenti di approfondimento: l’edizione 2015 de “I grandi terroir del Barolo” si conclude con un bilancio positivo sotto diversi profili e conferma la bontà di un evento dedicato a valorizzare una più attenta conoscenza del Barolo.

Una sorta di percorso virtuale nelle grandi vigne di questo vino, con la mappa sempre idealmente davanti per conoscere le diverse zone, cogliere sfumature e profumi di uno dei più grandi vini del mondo.

I suoli di Castiglione Falletto e Serralunga d’Alba risultano perfetti per un evento non pensato per un pubblico di massa, ma semmai per accrescere l’apprezzamento e la conoscenza di un vino importante come il Barolo.

Nei riscontri anche una positiva valutazione per come si preannuncia la nuova annata 2011 in distribuzione.

“Dopo l’importante esordio dello scorso febbraio a Milano – dicono da Go Wine – gli assaggi dello scorso week-end ne hanno confermato i giudizi positivi, a fianco di un panorama produttivo sempre più qualificato”. Ovvero la conferma che il successo del Barolo è legato anche all’impegno di tanti interpreti, tutti protesi ad affinare sempre di più la qualità del nebbiolo e capaci di creare una sorta di grande gioco di squadra a favore della qualità.

Molto partecipate le degustazioni guidate e grande successo per l’appuntamento riservato alla annata 2006, con dodici etichette in degustazione, selezionate fra i terroir dei due Comuni protagonisti.

Riuniti nelle diverse sedi, la Cantina Comunale di Castiglione Falletto ed il Castello di Serralunga, i produttori hanno avuto modo, nei banchi di assaggio, di raccontare i propri vini ed il proprio territorio.

Hanno collaborato con l’associazione Go Wine nelle degustazioni di approfondimento: Mauro Giacomo Bertolli (direttore di italiadelvino.com, curatore della rubrica Andar per vini su Food24 de Il Sole 24 Ore), Giancarlo Gariglio (curatore della guida Slowine) e Gianni Fabrizio (curatore della Guida ai Vini del Gambero Rosso).

Commenti

 

Tags

, ,

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE