Alba: il Sindaco Maurizio Marello ha consegnato allo scrittore Raffaele La Capria il riconoscimento per “Il Maestro di Bere il Territorio”

Sabato 28 marzo nella nuova sala “Beppe Fenoglio” di Alba il Sindaco Maurizio Marello insieme al Vice Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo (Crc)  Antonio Degiacomi e al Presidente dell’Associazione Go Wine Massimo Corrado ha consegnato allo scrittore Raffaele La Capria il riconoscimento per “Il Maestro di Bere il Territorio”.

Ad uno degli autori più significativi del Novecento italiano, nato il 3 ottobre del 1922 a Napoli, il premio  della XIV edizione del concorso letterario nazionale promosso da Go Wine con il patrocinio del Comune di Alba, il sostegno della Fondazione Crc e di un Comitato di aziende vinicole italiane.

Alla cerimonia per il concorso nato nel 2001 e dedicato ai racconti legati al vino, il Sindaco Maurizio Marello ha dichiarato: «Come città siamo davvero onorati di ospitare Raffaele La Capria. Ringrazio Massimo Corrado e l’organizzazione di Go Wine che ogni anno dà questo premio a personalità importanti legate ad un proprio territorio, ma che hanno saputo allargare i propri orizzonti fino a noi attraverso i propri libri e la propria arte. Ci fa molto piacere che Raffaele La Capria sia nella nostra città nei giorni in cui Alba ricorda Francesco Rosi, il regista con cui lo scrittore ha collaborato scrivendo la sceneggiatura di molti suoi film come “Le mani sulla città” che sarà proiettato domenica 29 marzo alle ore 17.00 in questa stessa sala».

«Ho sempre avuto il desiderio di vedere Alba», ha detto Raffaele La Capria.

Poi, lo scrittore ha parlato del libro “Una questione privata” scritto Beppe Fenoglio ma anche della sua infanzia e della nascita della sua passione per la scrittura. «Uno scrittore – ha affermato La Capria – quando scrive deve trasmettere il batticuore ed io sto ancora pensando a come trasmettere quell’emozione attraverso un racconto».

La giuria del concorso composta da Giorgio Barberi Squarotti (Università di Torino), Gianluigi Beccaria (Università di Torino), Valter Boggione (Università di Torino), Bruno Quaranta (La Stampa-Tuttolibri), Massimo Corrado (Associazione Go Wine) e Salvo Foti (Enologo) ha assegnato anche altri premi: riconoscimento ad Alessia Fortunato di Aosta vincitrice della sezione generale del concorso con il racconto “La memoria del vino” mentre Luca Vegliò di Fano  ha portato a casa il premio speciale riservato agli Istituti Agrari per la ricerca sulla presenza del vitigno gaglioppo nelle Marche.

Premio speciale al Comitato Decennale Luigi Veronelli per la mostra “Camminare la Terra” allestita alla Triennale di Milano nello scorso gennaio.

Altro riconoscimento speciale è stato assegnato al Professor Oscar Pressenda di Alba per la pubblicazione da lui curata “Diario albese 1944-1945”.

Alla cerimonia ha partecipato anche l’Assessore comunale Anna Chiara Cavallotto.

Commenti

 

Tags

, , , ,

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE