Ambiente, Valmaggia: “Piano regionale rifiuti in aula a inizio 2015”

Approvazione del Piano regionale rifiuti, rivisitazione della legge sui Parchi, rimodulazione delle politiche sull’acqua, potenziamento del progetto Corona Verde e prosecuzione delle bonifiche, dell’amianto in primis. Sono solo alcune delle attività strategiche programmate per l’anno prossimo dall’assessorato all’Ambiente della Regione Piemonte, e illustrate ieri dall’assessore Alberto Valmaggia nel corso della seduta della V Commissione consiliare a Palazzo Lascaris.

L’assessore ha presentato il documento di programmazione economica e finanziaria regionale 2015-2017 relativo alle materie ambientali. “Il 2015ha detto Valmaggiasarà un anno importante per quanto riguarda i fondi europei: siamo infatti in chiusura del settennato 2007-2013, con il relativo completamento della rendicontazione, e in avvio del nuovo, di cui bisogna gettare le basi”. Fra gli obiettivi preposti dall’assessorato all’Ambiente vi è il lancio di un lavoro di coordinamento con gli altri assessorati, nell’ottica di una programmazione integrata nelle materie che interessano diversi livelli di governo.

Fra le tematiche ambientali da affrontare nel 2015ha aggiunto l’assessorec’è la rivisitazione della legge sui parchi del 2009. Le politiche relative all’acqua e ai rifiuti sono legate allo ‘Sblocca Italia’. È necessario, poi, approvare il piano regionale dei rifiuti, già quasi pronto e in Commissione all’inizio dell’anno prossimo, e rivedere le politiche relative a impianti e differenziata”. Quanto ai grandi progetti, Corona Verde dovrà essere collegato al progetto VenTo, per la ciclovia lungo l’asta del Po. Proseguirà il lavoro di valorizzazione di Parchi e aree protette. Sul tema amianto, “le bonificheha assicurato Valmaggiaoltre che nei siti nazionali di Casale Monferrato e Balangero, andranno avanti su tutto il territorio regionale. E il problema della mancanza di discariche ad hoc si dovrà risolvere anche con l’integrazione e la collaborazione fra enti territoriali diversi”. L’assessore ha concluso il suo intervento assicurando un grande impegno anche sul difficile fronte dell’inquinamento dell’aria, che vede unite in un coordinamento 13 regioni europee con gli stessi parametri della regione padana.

Commenti

 

Tags

, , , ,

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE