Skin ADV
agricoltura Alba ambiente arresto asti Attualità auto bambini bra carabinieri cherasco CINEMA CRONACA cuneo Economia elezioni eventi FIERA DEL TARTUFO D'ALBA fossano fotografia furto granda incidente lavoro LIBRI liguria meteo Mondovì Mostra MOTORI musica pallapugno Piemonte politica regione piemonte salute saluzzo sanità savigliano scuola SOLDI sport teatro Torino Volley

Comuni montani sotto i 1000 abitanti: approvata autonomia nella gestione del servizio idrico

Con un emendamento a firma dell’On. Enrico Borghi e di tutto il gruppo PD in Commissione Ambiente, sottoscritto anche dall’On. Zaratti e dal gruppo di SEL in Commissione, seppure con il voto contrario del Movimento 5 stelle, è stata approvata, nell’ambito della ratifica del decreto “Sblocca Italia” in discussione in queste ore in sede referente presso VIII Commissione della Camera, la salvaguardia delle gestioni del servizio idrico in forma autonoma nei Comuni montani sotto i 1000 abitanti. La norma consente ai piccoli Comuni montani in grado di assicurare autonomamente il ciclo idrico integrato, di poterlo fare in maniera indipendente. Circostanza prevista già  dal codice ambientale del 2006 ma che sarebbe stata impedita di fatto dalla versione originaria dell’art. 7 dello “Sblocca Italia”.

“Un risultato importante – dice l’On. Borghiche mette in salvaguardia una serie di esperienze positive nei nostri piccoli Comuni mon tani, costruite all’insegna della sussidiarietà  e in virtù di peculiari caratteristiche orografiche e geomorfologiche di tali territori, che per questo possono essere esentati dall’adesione obbligatoria all’ambito idrico. L’approvazione di questo emendamento dimostra inoltre, ancora una volta, l’attenzione delle istituzioni per i nostri territori.”

Commenti

 

Tags

, , , , ,

ALTRE NOTIZIE CHE TI POTREBBERO INTERESSARE